Categorie
Blog News

Sicurezza online anche per i più piccoli!

Viviamo davvero in un’era digitale in cui anche i bambini e i pre-adolescenti, in un modo o nell’altro, hanno accesso a Internet. Probabilmente trascorrono più tempo online di chiunque altro, perciò è utile parlare di sicurezza online dei bambini.

Il regno digitale è ricco di opportunità anche per i più piccoli: esplorare, imparare e connettersi. Spesso ci troviamo a dover limitare questo potenziale perché il mondo online è il selvaggio West quando si tratta di criminalità informatica.

Ora, sebbene possa esserci una buona dose di allarmismo sulla sicurezza online dei bambini, i rischi sono ancora reali e i genitori devono comprenderli in modo da avere la possibilità di agire per proteggere le loro famiglie.

Il bullismo online, l’esposizione a contenuti dannosi e inappropriati e l’adescamento da parte di predatori sono ciò che più ci spaventa.

Per fortuna, c’è un robusto ecosistema di sicurezza informatica che offre strumenti significativi per la protezione dei minori online.

Uno dei maggiori ostacoli alla sicurezza online dei bambini è la mancanza di conoscenza da parte dei genitori degli spazi informatici in cui i loro figli sono attivi.

Purtroppo impedire l’uso dei social media ai propri figli non basta a tenerli al sicuro, potrebbero farlo di nascosto e non dire niente qualora avessero bisogno d’aiuto. Inoltre, spesso anche i giochi hanno chat room online in cui si può interagire liberamente con estranei.

Diventa sempre più complesso proteggerli da contenuti inappropriati, violenti, sfide lanciate da coetanei, a volte molto pericolose.

Ofcom, l’autorità di regolamentazione delle comunicazioni del Regno Unito, ha riferito che il 79% degli utenti web di età compresa tra 12 e 15 anni ha sperimentato almeno un’interazione potenzialmente dannosa online.

Sicurezza online dei bambini in Italia

Nell’ottica della tutela dei minori in rete qualcosa si sta muovendo, anche in Italia. Con la Delibera n. 16/22/CONS del 4 febbraio 2022, l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) ha indetto una consultazione pubblica finalizzata all’adozione di Linee guida per l’attuazione dell’articolo 7-bis del D.L. 30 aprile 2020, n. 28 dedicato ai sistemi di protezione dei minori dai rischi del cyberspazio.

Questa guida aiuterà i genitori a comprendere meglio i rischi che i loro figli stanno affrontando online e fornirà consigli semplici e attuabili per proteggere i dispositivi, stabilire confini sicuri ed essere in grado di avere conversazioni informate, evitando di essere definiti boomers.

SMARTPHONE E APP

Tutti sappiamo che ci sono dei rischi nel regalare il primo telefono ai nostri figli. Lo riteniamo però necessario per tenerci in contatto con loro, poterli reperire e, diciamolo, anche farli contenti.

Secondo il Children’s Bureau, il 19% dei bambini di 8 anni possiede un telefono cellulare.

Gli smartphone sono sempre più uno strumento quotidiano anche per i più piccoli. Purtroppo uno smartphone è un vaso di Pandora e se non educhiamo allo stesso modo genitori e figli, allora può diventare uno strumento nocivo e lesivo. Quindi, è possibile limitarne i danni?

Mobile Security Threats

Ci sono diversi strumenti di sicurezza informatica, e non solo, anche per telefoni cellulari:

Concordare delle regole sull’utilizzo dello smartphone

Ad esempio:

  • Non rispondere a messaggi o chiamate di numeri o soggetti sconosciuti.
  • Parlare con un genitore di qualsiasi causa di disagio online.
  • Non pubblicare il proprio numero, indirizzo, istituto scolastico online.
  • Prima di scaricare nuove app chiedere consiglio ad un genitore.
  • Prima di pubblicare un commento o inviare un messaggio pensarci un po’ – se non lo diresti di persona non dovresti dirlo online-.
Dare l’esempio

Il più potente mezzo educativo è il buon esempio. Non portare mai il telefono a tavola e non controllarlo costantemente durante le conversazioni con loro.

Monitoraggio dei contenuti dannosi

Puoi installare delle app per monitorare i messaggi di testo di tuo figlio. Bark è un’ottima app che avvisa i genitori di messaggi potenzialmente dannosi, offensivi o sospetti e include un metodo di localizzazione per mostrare la posizione del dispositivo in tempo reale. Ve ne sono tante altre:  mSpy, Hoverwatch, Family Time, Mobicip, ognuna con funzionalità diverse e specifiche.

Ovviamente è opportuno che i tuoi figli siano a conoscenza sia dei pericoli che delle contromisure che intendi utilizzare.

Imposta i parental controls

Le app di controllo parentale (Spazio Bimbi Parental Control, Kid’s Shell, Qustodio Free, KidLogger, ecc…), consentono ai genitori di limitare l’utilizzo di alcune App, oscurare alcune tipologie di contenuto, settare degli orari di utilizzo, escludere dei siti web, bloccare alcune piattaforme, determinare la posizione del dispositivo e monitorare le chiamate e i messaggi.

SOCIAL MEDIA

Anche i più piccoli trascorrono un’enorme quantità di tempo sui social. Un sondaggio del gruppo no-profit Common Sense Media ha mostrato che i ragazzi dagli 8 ai 12 anni sono online sei ore al giorno, in gran parte su piattaforme social, e i ragazzi dai 13 ai 18 anni ben nove ore.

I social media possono essere particolarmente affascinanti per preadolescenti e adolescenti, per tenersi in contatto con gli amici, per conoscere i trend del momento, per sperimentare con il video e la musica, per seguire i loro idoli. Ma aprono anche la porta a una varietà di problemi diversi, come il cyberbullismo, la condivisione di contenuti inappropriati, l’utilizzo di linguaggio scurrile e le avances dei predatori sessuali.

Sfortunatamente, per quanto i genitori vorrebbero semplicemente impedirne l’utilizzo, la realtà è che l’accesso alle app social è fondamentale per lo sviluppo dell’identità sociale degli adolescenti. La chiave è stabilire dei limiti in modo che rimanga un’esperienza positiva.

Sicurezza online bambini

Suggerimenti per la sicurezza per i social media:

Fai diventare i social un ambiente più sicuro

Consenti l’utilizzo dei social appropriati per l’età di tuo figlio, ogni social ha dei limiti di età consigliati, seguiamoli.

Cerca di monitorare il tempo speso sui social ed in particolare nelle chat.

Disabilita il tracciamento da ogni app e cerca di rendere i suoi profili social il più privati possibile, per esempio condividendo solo con amici, amici stretti, ecc…

Discuti del perché ci sia la necessità di condividere tutto online

Parla con i tuoi figli del valore della privacy.

Spiega perché sia importante mantenere al minimo le informazioni personali sui loro profili e non fornire mai informazioni sensibili a nessuno, specialmente a persone che non conoscono.

Pensare prima di pubblicare

Ciò che viene pubblicato spesso resta sul web anche qualora il proprietario decida di cancellarlo dai suoi profili, perciò prima di pubblicare delle immagini, dei video o dei commenti bisogna sempre pensarci bene. Inoltre, bisogna anche cercare di non diventare né vittime né bulli, scrivere con rispetto, non pubblicare niente che leda la propria immagine né quella di un altro.

Il pericolo costituito dagli estranei

I predatori utilizzano i social media per rintracciare e contattare bambini di tutte le età. È importante sapere con chi stanno parlando. Se un adulto non è “amico” nel mondo reale non dovrebbe esserlo neanche online, via gli estranei dalle amicizie sui social.

CONTENUTI IN STREAMING

Netflix, Pime Video, Hulu, NOW, Disney+, Apple TV+, YouTube sono solo alcuni dei servizi di streaming online a cui i tuoi figli possono accedere facilmente. Oggi ci sono più serie TV e film disponibili a portata di mano che mai. Su queste piattaforme ci sono ottimi spunti educativi, modi per restare aggiornati, serie TV di cui parlare con gli amici, film imperdibili e importanti per la crescita e la formazione.

Sicurezza online bambini

Sappiamo, però, che ci sono anche moltissimi contenuti non adatti ai minori.

Come assicurarsi che i nostri figli non siano esposti a contenuti indesiderati?

monitora i tempi di fruizione

JAMA Pediatrics consiglia un massimo di 60 minuti al giorno per i bambini non ancora scolarizzati, 90′ per i bambini che frequentano la Scuola Elementare e 120′ per i ragazzi che frequentano la Scuola Media.

Imposta profili separati per te e i tuoi figli

Netflix e molte altre piattaforme consentono di impostare profili separati per te e per i tuoi figli. Utilizzando questo strumento, puoi assicurarti che i tuoi figli abbiano accesso solo a contenuti adatti alla loro età.

Imposta i livelli di classificazione per i contenuti

iTunes e Apple TV consentono ai genitori di impostare livelli di classificazione (rating levels) per i contenuti guardati dai propri figli.

scopri i loro interessi

Che serie TV guardano i loro compagni? Su quali argomenti e generi si focalizzano i loro interessi? Avere conversazioni frequenti con i tuoi figli su ciò che guardano ti renderà più sereno. Devono sapere che non sempre ciò che va di moda è adatto alla loro età e che c’è un mondo di contenuti bellissimi da scoprire.

GIOCHI ONLINE

I giochi, in particolare online, sono una calamita per i ragazzi.

L’industria del gioco online è a un bivio. A causa della sua notevole crescita, è diventato un obiettivo enorme per la criminalità informatica.

La maggior parte dei giochi, oggi, ha una componente multiplayer o è totalmente online based, il che espone i tutti ad abusi da parte di altri giocatori, bullismo, linguaggi diseducativi ed adescamenti nelle chat. I forum di gioco online e le chat room sono terreno fertile per cyber bulli, predatori e artisti della truffa.

La frode online non lascia fuori nessuno. La maggior parte dei giochi online ha acquisti in-game, componenti aggiuntivi a pagamento, passaggi di livello in giochi popolari tra i bambini come Fortnite. La necessità di aggiungere carte di credito per giocare online rende il mondo del gaming un enorme bersaglio per il social engeneering e cyber criminals.

Sicurezza online dei bambini

L’hack di Sony Playstation Network del 2011 ha messo a rischio i dati personali di 77 milioni di utenti e ha esposto i dettagli delle loro carte di credito.

Quindi, come navigare in sicurezza nel mondo del gioco online?

A quali giochi giocano i tuoi figli?
  1. Scopri a cosa giocano e quando possibile gioca con loro, scoprirai in che mondo si stanno cacciando.
  2. Imposta il loro profilo su privato e scegli un nome utente divertente che non includa alcuna informazione di identificazione personale.
  3. Leggi le recensioni del gioco e la fascia d’età suggerita.
  4. Monitora le loro interazioni di gioco con gli altri.
  5. Regola di conseguenza i parentals control e le impostazioni sulla privacy.
  6. Tieni le orecchie e gli occhi aperti riguardo a eventuali cambiamenti nel linguaggio e nel comportamento.
  7. Quando aiuti tuo figlio ad acquistare un gioco online, assicurati di non fare clic su ricorda carta.
  8. Insegna, per quanto possibile, a rispettare orari di gioco e chiedere il permesso per iniziare un nuovo gioco.
  9. Non fornire mai password o informazioni di pagamento a nessuno online.

PREDATORI ONLINE

I predatori si impegnano in una pratica chiamata grooming.

In altre parole, tentano di formare una relazione online a lungo termine con un bambino/ragazzo con l’intenzione di costruire una fiducia sufficiente da poter poi convincerlo a inviare immagini personali, a incontrarsi nella vita reale con conseguenze terribili.

Internet ha reso la vita molto più facile ai criminali.

I predatori prendono di mira le loro vittime attraverso qualsiasi mezzo online: social media, e-mail, messaggi di testo e altro. Spesso creano più identità online, fingendosi coetanei per indurre le vittime a parlare con loro. Scoprono il più possibile sui bambini a cui si rivolgono ricercando i loro profili sui social media: Facebook, TikTok, Snapchat ecc…

Cosa proteggere i tuoi bambini online?

Parla con i tuoi figli dei rischi online
  • Assicurati che sappiano di dover stare attenti alle interazioni online e di non dover mai condividere informazioni personali sul web.
  • Dì ai tuoi figli che possono parlare con te di qualsiasi problema, disagio, curiosità.
  • Cerca di focalizzare il suo interesse su contenuti sicuri ed educativi come canali di divulgatori scientifici (Entropy for life,  link4universe, Polynerdeia, Dario Bressanini, Science4Fun, Barbascura X, La Fisica che Non ti Aspetti, e tantissimi altri).
  • Se pensi che i tuoi figli siano a rischio o siano stati contattati da malintenzionati segnala immediatamente il profilo incriminato alle autorità.
Sicurezza online per i bambini

CYBER BULLISMO

Le vite dei nostri figli si sono spostate online. Sfortunatamente, anche i loro bulli li hanno seguiti.

Il cyberbullismo è una vera e propria piaga dell’ultimo decennio, con conseguenze sempre più strazianti.

Il cyberbullismo può essere fonte di forti traumi, asocialità, depressione, insicurezze. Le giovani vittime di cyberbullismo hanno una probabilità 1,9 volte maggiore di compiere gesti estremi rispetto a coloro che non subiscono atti di bullismo.

Il cyberbullismo è particolarmente dannoso perché è pubblico. In passato, se un bambino era vittima di bullismo pochi coetanei ne erano a conoscenza. Ora, le informazioni più private possono essere diffuse online e l’umiliazione diventa insostenibile per una giovane mente.

Prima le mura di casa erano un luogo sicuro in cui stare lontani dalle angherie dei bulli, adesso gli abusi online li seguono ovunque.

Cosa fare se tuo figlio è vittima di bullismo online:

  1. Stagli vicino cercando di capire cosa lo rende triste o preoccupato.
  2. Monitora le comunicazioni di tuo figlio alla ricerca di linguaggio scurrile o offensivo utilizzando un’app come Bark.
  3. Documenta gli atti di bullismo con screenshot e testimonianze.
  4. Segnala il bullismo alla scuola e segnala le conversazioni, profili, post alla piattaforma/sito web in modo che siano rimosse.
  5. Assicurati che la scuola disponga di lezioni di awareness riguardanti il cyberbullismo e risponda adeguatamente agli episodi segnalati.
  6. Fai squadra con altri genitori per assicurarti che non ci siano cambiamenti repentini nei comportamenti o abitudini dei compagni.
  7. Insegna ai tuoi figli che la condivisione o il supporto di contenuti offensivi è inaccettabile.
  8. Incoraggia tuo figlio a dare sostegno a chi è vittima di bullismo online e a chiedere sempre aiuto senza mai vergognarsene.

PRIVACY E INFORMATION SECURITY

Minacce come malware e virus, truffe di phishing e furto di identità possono avere più possibilità di colpire un bambino, essendo molto più fiducioso e meno esperto di noi adulti.

Per i bambini, condividere i loro dettagli personali, come il loro nome completo o il luogo in cui vivono, potrebbe non sembrare un grosso problema. Potrebbero persino essere indotti con l’inganno a condividere dettagli riguardanti l’assetto familiare, l’auto dei genitori, i loro nomi e date di nascita, ecc…

Esistono diversi modi in cui hacker e ladri possono ottenere informazioni dai bambini. Oltre al social engineering, ci sono anche app con grafiche accattivanti per i bambini che in reltà contengono malware.

Discuti con i tuoi figli sulle grandi minacce online

Assicurati che sappiano che aspetto ha un’e-mail di phishing, un pop-up sospetto, un adv fasullo e quali sono i siti web sicuri.

Assicurati che mantengano tutte le loro informazioni private

Non dovrebbero mai pubblicare informazioni sensibili, in particolare se associate tra loro, nome e numero di telefono, indirizzo o scuola che frequentano, o dove si trovano in quell’esatto momento.

l’utilizzo delle password

Avere una password complessa è la prima e migliore misura per prevenire l’hacking e il furto di identità. E poi… trovare nuove password assurde insieme è divertente.

Imposta l’autenticazione a più fattori sui loro dispositivi e insegna loro come funziona.

evitare di usare il wi-fi pubblico

I free wi-fi spot sono un modo semplice per gli hacker di entrare nei loro dispositivi. Se è strettamente necessario collegarsi ad un wi-fi pubblico sarebbe bene non utilizzarlo per accesso a piattaforme che richiedono l’utilizzo di credenziali.

Come creare un ambiente sicuro?
  • Installa un antivirus sul tuo computer di casa e sui dispositivi di tutti i membri della famiglia.
  • Installa una VPN (Virtual Private Network) sul tuo computer.
  • Se tu e i tuoi figli utilizzate molti dispositivi diversi in casa, prendete in considerazione l’installazione di una VPN sul vostro router. In questo modo tutto il traffico Internet che passa attraverso il router sarà protetto, senza dover installare la VPN su ogni dispositivo.
  • Installa un ad-blocker in modo che i tuoi figli non debbano vedere innumerevoli pubblicità ingannevoli che li incoraggiano a scaricare programmi dannosi sul tuo computer.
  • Se i tuoi figli hanno uno smartphone occupati delle impostazioni riguardanti sicurezza e privacy.
  • Imposta password e MFA sui loro dispositivi e sui loro profili social.
  • Aggiungi filtri anti-spam sulla tua casella mail e sulla loro se ne hanno una personale.

CONTENUTI INAPPROPRIATI

Internet è un mondo vastissimo e purtroppo i bambini possono imbattersi in contenuti destinati agli adulti, contenuti che potrebbero trovare sconvolgenti, confusi o angoscianti. Contenuto inappropriato può significare molte cose, linguaggio scurrile, contenuto esplicito, violento, contenuti spaventosi, confusi, ecc…

I giovani sono naturalmente curiosi, vogliono scoprire e sapere, si inviano video tra loro, capitano su un sito per sbaglio; è bene che sappiano di poterti porre qualsiasi domanda e anche quali sono i siti dove trovare risposte esaurienti e adatte alla loro età.

Passaggi che puoi adottare per bloccare i contenuti inappropriati:

  1. Imposta filtri per bloccare contenuti inappropriati (parental control mode).
  2. Imposta Google in “modalità provvisoria” in modo che i tuoi figli non vedano inavvertitamente contenuti inappropriati nei risultati di ricerca.
  3. Installa un ad-blocker.
  4. Assicurati che i tuoi servizi di streaming dispongano di profili di protezione per i bambini.

Come genitori istruiamo, guidiamo ed educhiamo i nostri figli in modo che possano avere serenità, successo e dare un contributo positivo al mondo. Insegniamo loro ogni sorta di strategia per tenerli al sicuro e garantire che non causino danni agli altri.

Oggi, questo ruolo genitoriale vitale deve includere l‘ambiente digitale veloce e in continua evoluzione. I nostri ragazzi non sono solo cittadini nel mondo fisico, sono anche cittadini digitali. La cybersecurity awareness diviene un nuovo topic da imparare e trasmettere.

scopri i nostri servizi:
Pinnacle Award a Cisco EVE: sicurezza e visibilità nel traffico criptato
Blog News

Pinnacle Award a Cisco EVE: sicurezza e visibilità nel traffico criptato

Nel settore della cybersecurity, la visibilità del traffico di rete è cruciale. Tuttavia, il traffico crittografato rappresenta una sfida significativa: come garantire la sicurezza senza compromettere la privacy? Cisco ha risolto questo dilemma...
Leggi tutto
Ransomware: perdite in crescita del 500% a causa dell’autenticazione obsoleta
Case Studies News

Ransomware: perdite in crescita del 500% a causa dell’autenticazione obsoleta

Introduzione: Prima di introdurre le nuove soluzioni di autenticazione multi-fattore illustriamo i metodi obsoleti di autenticazione, come: Autenticazione basata sulla conoscenza - KBA (es. domande di sicurezza) Token Hardware (dispositivi fisici che generano...
Leggi tutto
CISCO Cyber Vision per l’Operational Technology
Blog

CISCO Cyber Vision per l’Operational Technology

La Tecnologia Operativa (Operational Technology) include l'hardware e il software dedicati alla modifica, al monitoraggio o alla gestione dei dispositivi fisici e dei processi produttivi di un'azienda. Questi sistemi, a differenza delle tradizionali...
Leggi tutto
Apulia Cybersecurity Summit, Next-Gen Solutions – Bari, 7 Giugno 2024
Eventi

Apulia Cybersecurity Summit, Next-Gen Solutions – Bari, 7 Giugno 2024

Venerdì 7 giugno 2024, presso l'esclusivo UNAHOTELS Regina di Bari, si è tenuto con successo l'Apulia Cybersecurity Summit - Next-Gen Solutions, organizzato da Security Architect srl con il patrocinio di Ingram Micro e...
Leggi tutto
Leave this field blank
Per saperne di piÙ

Una risposta su “Sicurezza online anche per i più piccoli!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *